domenica 3 dicembre 2017

NEW YORK: COSA VEDERE IN TRE GIORNI

cosa vedere a new york in tre giorni

Hanno inaugurato i voli intercontinentali low cost. Roma-New York 159,90 euro a tratta con la Norwegian Air. E l'America sembra sempre più vicina. Certo non avrete il bagaglio in stiva incluso nè tanto meno i pasti vari durante le 9 ore di volo. Ma se fino ad ora avete pensato che New York sarebbe rimasta sempre e solo un sogno, adesso sembra quasi realizzabile.
Una volta pagato il biglietto non consiglio assolutamente di stare tre giorni. Dieci sarebbe la durata perfetta. Ci sono tante cosa da fare e vedere che vi assicuro ce ne vorrebbero anche di più. Allora perché un itinerario di tre giorni? Perché può capitare di arrivare a New York come prima tappa di un viaggio più lungo com'è capitato a me. Io mi sono accontentata di tre giorni solo perché c'ero già stata 9 giorni e non avevo fatte tante cose. E anche ora che ci sono tornata potrei andarci ancora altre volte e avere comunque una lista di cose da spuntare.

Quali documenti servono per entrare in America?

  • un passaporto elettronico con microchip inserito nella copertina - ovviamente attenti alla data di scadenza
  • se andate per lavoro o per turismo non c'è bisogno del visto ma solo dell' ESTA un autorizzazione che potete richiedere se state meno di 90 giorni e avete un biglietto di ritorno. La richiesta si fa on line sul sito https://esta.cbp.dhs.gov/esta/ previo pagamento di 14 dollari. Preparatevi a rispondere ad un terzo grado. Scherzi a parte la richiesta dovete farla entro 72 ore della partenza e comunque ha una validità di 2 anni. Stampate l'autorizzazione e portatela con voi insieme a passaporto e biglietti. 
  • facoltativo è la stipula di un'assicurazione. Considerate che in America le spese mediche sono alte e il primo soccorso non è gratuito. 

Come muoversi: 

A piede vedrete di più, ma certi spostamenti necessitano della metropolitana, l'unica al mondo ad essere aperte 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Una volta arrivati in aeroporto potrete tranquillamente prendere l'Air Train, un treno che vi collega direttamente alla metro. Arriverete a Jamaica Station, all'uscita pagherete il prezzo del biglietto (5 dollari) e poi farete la metro card. Noi abbiamo fatto la pay per ride una ricaricabile valida per due persone. La soluzione migliore se state tre giorni. Ma se state di più dovrete optare per altre soluzioni. Leggete qui

Cosa vedere:  

  1. il primo giorno arriverete sicuramente a metà giornata e invece di sprecare tempo vi direi di andare subito a Times Square il centro del mondo davvero. Sarete avvolti da una miriade di spot pubblicitari lampeggianti, taxi gialli, insegne di Broadway e gli store più disparati... tutti in uno slargo. Il cuore della città da cui partono le principali arterie. Broadway, la 5th Avenue e le attrazioni principali sono tutte lì a portata di passeggiata. Basterà camminare per ritrovarsi davanti la New York Public Library, Bryant Park, il City Music Hall, il Rockfeller Center, Grand Central Terminal e un po' più in là l'Empire State Building.  Tutto quello che ho elencato l'avrete visto mille volte nei film. Vi direi di non perdere tempo e di approfittare delle condizioni atmosferiche. La prima sera, se fa bello, salite subito sull'Empire per godere dall'alto della vista della città tutta illuminata. E' un esperienza stupenda fatta al primo viaggio. Il prezzo del biglietto? 34 dollari e ci vale tutto. 
  2. Il secondo giorno dopo una buonissima colazione (ne parliamo dopo) andate dritto verso Washington Square il cuore del Village. un quartiere tranquillo dove sembra possibile vivere senza sentirsi in una metropoli. Tutto più silenzioso e a portata di mano. Passeggiate lungo Bleecker e Bedford Street in cerca della casa di Friends (tra Bedford e Groove street) e quella di Carrie di Sex&the city (66 Perry Street). Dopo di che riprendete la metro e dirigetevi verso la High Line e Chelsea Market. La prima è una passeggiata nel verde sospesa tra i grattacieli. Quella che era una ferrovia dismessa è diventata un parco sopraelevato. Da qui potrete scorgere persino l'Hudson e la Statua della Libertà. A questo punto sarà l'ora di pranzo. Fate un salto al Chelsea Market un antico mercato che mette insieme tanti posti buoni dove mangiare. Rifocillatevi e ripartite alla volta di Downtown: 9/11 Memorial con le vasche commemorative dell' 11 settembre, Wall Street, il Toro con cui fare la foto portafortuna e poi la Statua della Libertà. Prendete il battello e con 18 dollari vi ritroverete sotto i suoi piedi. Se invece vi interessa vederla da lontano basterà prendere il battello gratuito per Staten Island e ci passerete davanti all'andata e al ritorno. Se non siete ancora distrutti andate a Brooklyn con la metro e vi ritroverete qui nel momento più magico della giornata: il tramonto. Passeggiate a Brooklyn Heights e vedrete Manhattan e il suo skyline dall'altra parte del fiume. Perdetevi a Dumbo, fate la foto a Washinghton Street all'incrocio con Water Street: vedrete l'Empire incorniciato da un pilone del Manhattan Bridge, così come nella copertina del film "C'era una volta in America". A questo punto sarete pronti per percorrere i 2,5 km di ponte. Prendete le scale e ritornate a Manhattan avvolti dalla luce del crepuscolo che pian piano colorerà i grattacieli in una maniera indescrivibile.
  3. Il terzo giorno sperate nella clemenza del tempo perché New York va vista dall'alto anche di mattina. Quindi salire sul Top of the Rock è obbligatorio. Il costo del biglietto è 31 dollari. Mi direte che senso ha salire nuovamente su un grattacielo? Purtroppo noi a causa della nebbia non siamo potuti salire ma il Top of the Rock (all'interno del Rockfeller Center) offre la vista migliore sul Central Park e soprattutto a differenza dell'Empire non ha le grate e la vista sarà libera e a perdita d'occhio. Dopo di che una passeggiata al Central Park è d'obbligo. Prendetevi il tempo per gironzolare a piedi o in bici e perdetevi in questa città nella città. Se vi resta tempo andate a Little Italy e China Town oppure scegliete un museo a vostra scelta. Io ho visto il Moma è lo consiglio vivamente. 
Alla fine sarete distrutti ma in tre giorni più o meno avrete visto le cose più importanti. Magari ci ritornerete con più calma. Del resto io dopo due volte non sono salita sul Top of the Rock e non ho mangiato il cupcake di Magnolia Bakery. 

Cosa mangiare ASSOLUTAMENTE:

  • Cheesecake buonissima da Junior's (Times Square 45th street all'incrocio con l'8th) una fetta enorme che dovrete irrorare con tante tazze di caffè nero bollente, tanto a New York i camerieri passano sempre a riempire le vostre tazze
  • Pancakes  enormi da Pershing Square (davanti la Grand Central Terminal - 90 E/42th street) un locale tipico con le vetratate a vista sulla stazione newyorkese. Tre enormi pancakes e la colazione si trasforma in un pranzo irrorato da sciroppo d'acero.
  • Cupcakes da Magnolia Bakery (ce ne sono 6 in tutta la città ma la più famosa e quella al 401 di Bleecker Street). Questo consiglio ve lo do sulla fiducia.
  • Hamburger saporitissimi da Skake Shack al 691 dell'8th vicino Timese Square. Niente a che vedere con quelli del Mc Donalds
  • Hot dog dei mille camioncini sparsi per la città
new york cheesecake
cosa mangiare a new york

pancake a new york
shake shack

Vi ho fatto venir voglia di andarci? E' ovvio che con un itinerio così in valigia dovrete mettere solo scarpe comode. Per gli itinerari più dettagliati e soprattutto per fare il vostro personale, scegliendo cosa vedere e quando vi consiglio il sito viagginewyork.it. E' stato dalla sua lettura approfondita che ho fatto il mio itinerario. E ripartirei subito per vivere l'atmosfera natalizia e spuntare altre cose dalla mia lista!



 SEGUI STYLEGRAM SU FACEBOOK, TWITTER E INSTAGRAM



Nessun commento:

Posta un commento