giovedì 23 giugno 2016

NONSOLOMODA#38: IL RITORNO DEL GINGHAM O VICHY

abito vichy - gingham style

Chiamatelo come volete: quadretto, vichy o gingham. La verità è che la moda è sempre quella. Ma nel ritornare su se stessa ha un vezzo: cambiare le definizioni solo per sembrare nuova. A conti fatti la fantasia è sempre uguale. Di cosa parliamo?
Avete presente le tovaglie da picnic? Non ridete! Ve la faccio semplice... e nel farvela semplice mi piace riportare il pensiero del mio fidanzato che nel vedermi con un paio di pantaloni celesti in gingham style mi ha detto "sembri che hai una tovaglia di tavola addosso". Non aveva tutti i torti. Questa fantasia a quadretti, ricorrente nella colorazione azzurra, ma frequente anche in black & white, rosso e rosa, rievoca lo stile en plein air in voga negli anni 50. Gli anni della dolce vita e delle gonne a ruota. Ricondotto alla città francese di Vichy, celebre per la produzione di grembiuli, quello che in inglese è noto come Gingham si è ritagliato uno spazio importante nella moda. Vero è che resta un pattern tipico dell'infanzia. Si sposa bene con gli abiti dei più piccini ma è semplicemente ben sfruttato dalle più romantiche, sognatrici e forever young. Ergo io che al primo accenno di "ritorno" ho tirato fuori dall'armadio questo tubino Chiara B che al momento della mia laurea triennale mi aveva letteralmente stregato. Qui l'ho rivisitato in chiave un pò' rock con un giacchetto in pizzo, scarpe spuntate e la mia adorata Michael Kors per l'invito di L'Oreal Professionnel e Compagnia della Bellezza al Taormina Film Festival. Vi era sfuggito? Leggete tutto qui. Ma prima guardate l'outfit.

abito vichy - gingham style

ABITO CHIARA B.
BORSA MICHAEL KORS
SCARPE H&M
GIACCHINO VINTAGE


      SEGUI STYLEGRAM SU FACEBOOK, TWITTER E INSTAGRAM

Nessun commento:

Posta un commento