martedì 14 aprile 2015

NON-SOLO-MODA#31: UN PANTA PALAZZO A POIS... E TANTE SFUMATURE DI AZZURRO

blogger, sicilia, stylegram

L'azzurro bimbo, quello carta da zucchero dei palloncini. Il blu del mare. Il ceruleo del cielo. Il cobalto della pasta di zucchero e il blu notte di un panta palazzo. Mille sfumature che dall'azzurro virano al blu. Questi i colori di una domenica d'Aprile. Cielo terso e mare calmo di una Sicilia che non ha bisogni di filtri per apparire bella com'è.
Come la felicità quella che sgorga spontanea quando hai tutto quello che conta. L'occasione è stata il battesimo del mio nipotino Mattia, un bimbo "con il cuore sempre nello zucchero". Ovvero tutto sorrisi e smancerie. La location una Ortigia sempre perfetta, la situazione esattamente quella di un anno fa (qui): ancora una volta zia madrina. Ergo #ZiaMadrinaBis.

Alla ricerca di qualcosa di perfetto mi sono imbattuta in un mio amore antico. Lo sapete: io & i pois siamo una cosa unica. Un tutt'uno. Come sempre Zara mi ha riservato la sorpresa: un panta palazzo morbido ed elegante. Semplicemente perfetto. Perché? Avessi scelto un vestito mi sarei imbattuta nel problema delle calze. Ché lo sapete e se non lo sapete mi incazzo: "nere siamo ad Aprile... color carne manco a parlarne... o vai senza calze o metti i pantaloni e non se ne parla più". Arginato il problema spinoso, ho spolverato dall'armadio la giacca bianca, ho acquistato una canottiera panna,  gli accessori c'erano già, gli occhiali li ho presi in prestito dal fidanzato e il risultato è stato questo: neanche l'avessi fatto apposta in tinta unita con il mare siciliano. Bianco, blu e tante bollicine. Il passo dai pois ai palloncini è stato breve, quasi naturale.

E se devo dirla tutta io vorrei vivere ogni giorno così: con il sole in fronte, i palloncini in mano e i pois sempre addosso. 









panta palazzo pois

outfit panta palazzo pois





GIACCA BERSHKA
MAGLIA ZARA
PANTALONE ZARA
SCARPE PRIMADONNA
BORSA GOLD&GOLD


SEGUI STYLEGRAM SU FACEBOOK, TWITTER E INSTAGRAM





Nessun commento:

Posta un commento