venerdì 14 febbraio 2014

BE MY VALENTINE... NON SOLO PER UN GIORNO.


Trova qualcuno che ti rovini il rossetto, non il mascara. L'ispirazione è questa. Il must pure. E io l'ho detto&fatto. Per tanto festeggio ogni giorno... non uno solo. E non mi aspetto fiori né regali. Personalmente preferisco la sorpresa inaspettata.
Una rosa quando non è il momento. O peonie e tulipani. Un regalo quando non è comandato da nessun santo ma dall'amore puro e incondizionato. Niente "baci" che io di quelli perugina amo solo le frasi. Meglio un dolce da dividere a cucchiaiate e imboccate. Uno zucchero filato mangiato sul marciapiede ai bordi della strada. Un pavimento su cui sdraiarsi a ridere e sorridere come se non ci fossero pensieri e il domani sia un arcobaleno su cui scivolare. Un bagno caldo fatto di schiuma, sali e candele. Un ballo romantico che di cene servite ce ne sono tante, ma i balli intimi, improvvisati quelli sono rimasti confinati nelle pellicole dei film. 
Ecco se un regalo deve essere... che sia un ballo sotto un cielo stellato intonato dalla musica che fuoriesce da un locale.















3 commenti:

  1. Non so se hai visto "Tutta colpa di Freud".. una delle protagoniste consigliava alla sorella di trovare un uomo che alla fine della cena ordinasse il dolce e poi scegliesse di dividerlo a cucchiaiate con la propria ragazza, proprio come hai scritto tu. Un bacione

    CarmelytaWorld

    Pagina di Facebook : Carmelyta'sWorld

    RispondiElimina
  2. ammetto di aver ceduto un pò con il tempo alle cose un pò sdolcinate anche se non credo mi ci abituerò mai del tutto XD

    RispondiElimina